Home Società e imprese Enti non Commerciali - non profit - Associazioni sportive dilettantistiche La sponsorizzazione sportiva

La sponsorizzazione sportiva

82
0

La forma di finanziamento più utilizzata dalle associazioni sportive dilettantistiche è la sponsorizzazione, ossia il contratto mediante la quale lo sponsor, azienda o persona fisica, al fine di accrescere la propria notorietà, eroga mezzi economici all’ente sponsorizzato il quale si impegna ad associare al proprio nome, immagine o alla propria attività il logo o il marchio dello sponsor stesso. Il corrispettivo previsto per la sponsorizzazione può essere rappresentato da una somma di denaro ovvero, in tutto o in parte, da beni commercializzati o prodotti dal soggetto sponsor.

 
SPONSOR
Con tale contratto una parte (sponsor) si obbliga a erogare mezzi economici, denaro o beni, al fine di ottenere notorietà pubblica, nei confronti di un altro soggetto (sponsorizzato o sponsee) il quale si impegna ad effettuare determinate prestazioni affinché tale ritorno di immagine sia effettivamente conseguito.
Tra la promozione di un nome o di un marchio e l’avvenimento sportivo è istituito uno specifico abbinamento.

  • Cartelloni a bordo campo durante lo specifico evento.
  • Pubblicazioni promozionali di un evento.
  • Manifesti dello specifico evento.
  • Messaggi radiofonici/televisivi dell’evento.

ASPETTI FISCALI per l‘associazione sportiva
Ai fini delle imposte dirette:
I proventi       concorrono        alla     formazione     del      reddito dell’associazione sportiva che riceve il finanziamento. Le associazioni che hanno scelto il regime contabile agevolato ex 398/1991 sottoporranno a tassazione forfetaria anche i proventi delle sponsorizzazioni, allo stesso modo dei proventi commerciali conseguiti. I ricavi da sponsorizzazioni costituiranno reddito per il 3% del loro ammontare.
 
Ai fini delle imposte indirette:
Le sponsorizzazioni  sono  considerate  sempre  come  attività commerciale, a prescindere dal soggetto che le pone in essere. Si applica l’aliquota IVA ordinaria del 22. L’associazione che ha optato per il regime fiscale agevolato ex L. 398/1991 applicherà la detrazione del 10%, con un conseguente versamento del 90%, dell’imposta afferente alle sponsorizzazioni, mentre per le prestazioni pubblicitarie è prevista la percentuale di detrazione del 50%.
 
ASPETTI FISCALI per lo Sponsor “impresa”
Ai fini delle imposte dirette:
I corrispettivi in denaro o in natura erogati a società e associazioni sportive dilettantistiche, non superiori all’importo annuo di € 200.000,00, costituiscono per il soggetto erogante spese di pubblicità, purché siano soddisfatte entrambe le suddette condizioni:

  • il  corrispettivo   pagato   sia   destinato   alla   promozione dell’immagine o dei prodotti del soggetto erogante;
  • esista una specifica attività di promozione da parte del beneficiario.

La parte eccedente € 200.000,00 sarà eventualmente deducibile in capo all’erogante secondo gli ordinari criteri previsti dal TUIR (artt. 108, c. 2, 1° periodo, 109 TUIR).
 
Ai fini delle imposte indirette l’IVA relativa alla sponsorizzazione è integralmente detraibile.

Rispondi