Home Fiscale e Tributario Accertamenti anno 2009 entro il 31 dicembre 2014

Accertamenti anno 2009 entro il 31 dicembre 2014

74
0

Entro il 31 dicembre 2014 devono, a pena di decadenza, essere notificati gli avvisi di accertamento relativi al periodo d’imposta 2009 (UNICO e IVA 2010), per effetto dell’art. 43 del DPR 600/73, relativo alle imposte sui redditi e dell’art. 57 del DPR 633/72, con riferimento all’IVA.

Nell’ipotesi di omessa dichiarazione, sia per le imposte sui redditi sia per l’IVA, il termine coincide con il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione avrebbe dovuto essere presentata.

Gli stessi termini valgono per l’IRAP, in quanto il DLgs. 446/97 rinvia, in punto accertamento, al DPR 600/73.
In tema di IRES/IRPEF e IVA, se ci sono violazioni penali i termini sono raddoppiati in relazione al periodo d’imposta in cui l’illecito è stato commesso.

Allora, entro il 31 dicembre 2014 devono, a pena di decadenza, essere notificati gli avvisi di accertamento relativi al periodo d’imposta 2005 (UNICO e IVA 2006), sempre che l’Erario abbia motivato la ragione per cui ritiene applicabile il raddoppio, ma su questo dedicheremo un intervento specifico.
È ormai pacifico l’assunto secondo cui, in tutte le notificazioni, il perfezionamento della medesime coincide, per il notificante (Agenzia delle Entrate), con il momento di consegna dell’atto all’agente notificatore (ad esempio messo comunale) o con la spedizione.
Il termine per il ricorso, invece, decorre da quando il contribuente ha ricevuto l’atto.

Di conseguenza, il termine di decadenza deve ritenersi rispettato ove, sebbene l’accertamento sia stato ricevuto dal contribuente in data 2 gennaio 2015, il provvedimento è stato consegnato all’agente notificatore al più tardi il 31 dicembre 2014 (da ultimo, Cass. 10 gennaio 2014 n. 351). La notifica degli avvisi di accertamento deve avvenire, in merito alla fiscalità locale, a pena di decadenza entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento è stato o avrebbe dovuto essere effettuato (art. 1 comma 161 della L. 296/2006).

Rispondi