Home Fiscale e Tributario Regime dei Minimi: Partita IVA entro l’anno per il forfait al 5%

Regime dei Minimi: Partita IVA entro l’anno per il forfait al 5%

71
0

Corsa all’apertura della Partita IVA per rientrare nel vecchio Regime dei Minimi, per molti giovani professionisti più conveniente del Forfait al 15% in vigore dal 2015: le due opzioni a confronto.

Ancora poco tempo per aprire la partiva Iva rientrando nel vecchio Regime dei Minimi, con l’aliquota sostitutiva al 5% prevista dal Regime fiscale di vantaggio per imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità di cui all’articolo 27, commi 1-2 del decreto legge 98/2011 (convertito con modifiche dalla legge 111/2011).

Nel mese di dicembre 2014 sono numerosi i giovani professionisti che stanno accelerando le pratiche per aprire la Partita Iva prima della fine dell’anno, assicurandosi così una tassazione al 5% per attività che abbiano un limite di ricavi pari a 30mila euro (opzione valevole per 5 anni o fino al compimento del 35° anno di età).

Minimi o Forfait 15%

Dal 2015 scatterà infatti la Riforma del Regime dei Minimi disposta dalla Legge di Stabilità 2015, che prevede un regime forfettario con aliquota sostitutiva al 15% ed un limite di fatturato variabile in base alla tipologia di attività esercitata (in alcuni casi meno conveniente), pur senza limiti temporali per l’applicazione.

In generale, per un professionista che guadagna più di 15mila euro, aprire la Partita IVA entro il 2014  – rientrando quindi nel vecchio Regime dei Minimi – dovrebbe risultare più conveniente. In altri casi è invece meglio attendere il 2015, così da rientrare nel nuovo Regime Forfettario (a parità di requisiti di accesso): tutto dipende dalle previsioni di fatturato e dalla valutazione di altri parametri, come i tetti di spesa su personale e beni strumentali, la contribuzione oppure la deducibilità dei costi.

Salvaguardia

Nei casi in cui risulti più conveniente il vecchio Regime dei Minimi è tempo di aprire subito Partita IVA, visto che la Legge di Stabilità ha previsto un periodo transitorio di salvaguardia per i contribuenti che al 31 dicembre 2014 già applicano i regimi agevolati previsti dalla legge n. 388/2000 (nuove attività produttive) e dal dl n. 98/2011(nuovi minimi). Le nuove disposizioni saranno applicate solo alle Partite IVA aperte dal 1° gennaio 2015 in poi, mentre per quelle già in essere varranno i regimi in essere fino a naturale scadenza, a meno che non si opti spontaneamente per il passaggio al nuovo Regime dei Minimi 2015.

Aliquote

In realtà la Legge di Stabilità 2015 deve ancora essere approvata definitivamente e attualmente esistono alcune proposte che prevedono di ridurre l‘aliquota del regime forfettario 2015, mantenendo requisiti d’accesso diversi rispetto al sistema in vigore. E’ dunque necessario attendere l’approvazione della Legge di Stabilità (prevista entro dicembre) per saperne di più. Quel che è certo è che, per le Partite IVA aperte entro il 31 dicembre 2014, sarà ancora possibile accedere al vecchio Regime dei Minimi ed esercitare eventualmente il diritto al passaggio al nuovo sistema (requisiti di accesso permettendo).

Rispondi