Home Lavoro e Previdenza Occupazione e ricollocazione professionale regione Lazio

Occupazione e ricollocazione professionale regione Lazio

72
0

Sostegno per l’occupazione e l’assunzione di lavoratori percettori di ammortizzatori sociali: la Regione Lazio stanzia 4 milioni di euro.

La Regione Lazio stanza 4 milioni di euro per sostenere l’occupazione sul territorio e la ricollocazione professionale dei lavoratori percettori di ammortizzatori sociali (relativamente al periodo 2010 – 2012), incentivando l’avvio di contratti a tempo indeterminato, determinato o somministrazione.

Beneficiari

Beneficiari degli aiuti sono i soggetti accreditati per erogare servizi per il lavoro specialistici facoltativi “tutorship e assistenza intensiva alla persona in funzione della collocazione e della ricollocazione professionale”: i destinatari, invece, sono i lavoratori percettori di ammortizzatori sociali nel periodo 2010/2012 con più di 30 anni.

Ricollocazione

I contributi regionali sono erogati esclusivamente in caso di attivazione di un contratto a tempo indeterminato, determinato o di somministrazione con una durata pari almeno a 12 mesi.

«Questo avviso – afferma l’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Lucia Valente – è un altro passo importante che la nostra Regione compie finanziando misure di politiche attive per il lavoro che abbiamo già sperimentato, per i più giovani, con il contratto di collocazione e che siamo pronti a sperimentare, per chi giovane non è più, con la ricollocazione. La decisione, inoltre, di far lavorare insieme i soggetti accreditati presso la Regione Lazio, i centri per l’impiego e le imprese ci permette di ridurre la distanza tra domanda e offerta di lavoro, di conoscere quali sono i bisogni e le vacancies delle imprese e di creare lavoro sempre più professionale e qualificato. Questa è la direzione che abbiamo scelto per far tornare a crescere il numero degli occupati nella nostra Regione.»

Domande

L’Avviso rimarrà attivo fino al 30 giugno 2015. Il bando è pubblicato sul sito PortaLavoro della Regione Lazio.

 

Rispondi