Home Finanza SMART & START

SMART & START

106
1

Al fine di promuovere, su tutto il territorio nazionale, le condizioni per la diffusione di nuova imprenditorialità e sostenere le politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata il Ministro dello sviluppo economico ha riordinato il regime di aiuto denominato Smart & Start che è ora finalizzato a sostenere la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative.

I benefici per le start-up innovative sono rappresentati da un finanziamento agevolato senza interessi, nella forma della sovvenzione rimborsabile, e, per le sole imprese costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, da servizi di tutoraggio tecnico-gestionale.

Soggetti beneficiari

In funzione della localizzazione dell’impresa beneficiaria, le risorse disponibili per l’intervento sono utilizzate:
 In favore di start up-innovative ubicate nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia Sardegna e Sicilia per iniziative rientranti nei settori della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, della pesca e dell’acqua coltura;
 In favore di start-up innovative ubicate nel territorio del cratere sismico aquilano i cui piani di impresa sono finalizzati alla realizzazione di infrastrutture innovative e servizi per le “città intelligenti”, nei settori della mobilità, energia, telecomunicazioni, sicurezza e centri per il comando e il controllo;
 In favore delle start-up innovative ubicate nelle rimanenti regioni del territorio nazionale diverse da quelle del punto 1

A. Possono beneficiare delle agevolazioni, fatto salvo quanto previsto dai precedenti punti, le start-up innovative:

 Costituite da non più di 48 mesi dalla data di presentazione della domanda di agevolazione;
 Di piccola dimensione;
 Con sede legale e operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, fatto salvo le limitazione di cui sopra;

B. Possono altresì richiedere le agevolazioni le persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa, ivi compresi i cittadini stranieri in possesso del visto start-up, purché l’impresa sia formalmente costituita ed iscritta nella sezione speciale del Registro delle imprese entro sessanta giorni dalla ricezione della comunicazione di ammissione alle agevolazioni. Ai fini dell’accesso alle agevolazioni le imprese devono:

 Essere regolarmente costituite e iscritte nell’apposita sezione speciale del Registro delle imprese;
 Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposti a procedure concorsuali;
 Trovarsi in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell’ambiente;

Non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;
 Aver restituito agevolazioni godute per le quali è stato disposto dal Ministero un ordine di recupero;
 Non essere state destinatarie di provvedimenti di revoca totale di agevolazioni pubbliche, ad eccezione di quelli derivanti da rinunce;
 Non essere in “difficoltà” del Regolamento di esenzione”.

Investimenti ammissibili
Sono ammissibili alle agevolazioni i piani di impresa presentati dai soggetti:
 Caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e/o innovativo;
 Mirati allo sviluppo di prodotti, servizi e/o soluzioni nel campo dell’economia globale;
 Finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata;

Spese ammissibili
Sono ammissibili i programmi di investimento aventi ad oggetto l’acquisizione di:
 Impianti
 Macchinari e attrezzature tecnologici, ovvero tecnico-scientifici, funzionali alla realizzazione del progetto
 Componenti hardware e software funzionali al progetto
 Brevetti e licenze
 Certificazioni, know-how e conoscenza tecniche, anche non brevettate, correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa
 Progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi
 Consulenze specialistiche tecnologiche e funzionali al progetto di investimento, nonché relativi interventi correttivi e adeguativi

I programmi di investimento devono:
 Essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione ovvero la data del primo titolo di spesa ammissibile
 Essere realizzati entro 24 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento

I beni devono:
 essere ammortizzabili
 essere utilizzati esclusivamente nell’unità produttiva destinataria dell’aiuto
 essere acquistati a condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente
 figurare nell’attivo di bilancio dell’impresa beneficiaria per almeno 3 anni
 essere pagati esclusivamente tramite un conto corrente bancario dedicato alla realizzazione del programma di investimenti

Agevolazione

 È concesso un finanziamento agevolato, senza interessi, nella forma della sovvenzione rimborsabile, per un importo pari al 70% delle spese.
 Per le start-up innovative il finanziamento agevolato è restituito dall’impresa beneficiaria in misura parziale, per un ammontare pari all’80% dell’importo del finanziamento agevolato concesso.
 Nel caso di start-up innovative la cui compagine, alla data di presentazione della domanda di concessione delle agevolazioni, sia interamente costituita da giovani di età non superiori a 35 anni e/o da donne, o preveda la presenza di almeno un esperto, in possesso di titolo di dottore di ricerca l’importo del finanziamento è pari all’80% delle spese e/o dei costi ammissibili.

I finanziamenti:
 hanno durata massima di 8 anni
 sono regolati a “tasso 0”
 sono rimborsati, secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate scadenti il 31 maggio e il 30 novembre di ogni anno, dopo 12 mesi a decorrere dall’erogazione dell’ultima quota dell’agevolazione, e comunque dopo 48 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento.

In aggiunta al finanziamento limitatamente alle imprese costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, sono concessi servizi di tutoraggio tecnico-gestionale per le imprese operanti nel settore della pesa e dell’acquacoltura.

Note
Le domande di agevolazione potranno essere presentate dal 16 febbraio alle ore 12 esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica.

1 commento

Rispondi