Home Finanza Prorogato per il 2015 il vecchio regime dei minimi

Prorogato per il 2015 il vecchio regime dei minimi

76
0

Via libera a un emendamento al «Milleproroghe» che consente l’opzione del vecchio regime dei minimi anche ai soggetti che avviano una nuova attività quest’anno

Con un intervento nel “Milleproroghe” (Ddl. di conversione del DL n. 192/2014) il Governo “corregge il tiro” sulle partite IVA prorogando il regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile, cosiddetti “vecchi minimi” con imposta sostitutiva al 5% anche ai soggetti che avviano una nuova attività nel 2015 di optare per tale regime.

Con questo intervento viene, così, derogata la disposizione della legge di stabilità (L. 190/2014) che, nell’introdurre il nuovo regime forfetario, consente, in via transitoria, di continuare ad applicare il regime di vantaggio solo ai soggetti che lo hanno applicato nel 2014 (circostanza che, come da rilevazioni del MEF, aveva determinato un aumento significativo delle partite IVA aperte nell’ultima parte dell’anno scorso). Va da sé anche il recupero della più elevata soglia di ricavi e compensi (30.000 euro) per l’accesso a un regime agevolato, a fronte della revisione al ribasso – almeno per talune categorie economiche, come quella dei professionisti – disposta dal nuovo regime forfetario.

Rispondi