Home Fiscale e Tributario Assunzioni e creazione d'impresa, vediamo gli incentivi

Assunzioni e creazione d'impresa, vediamo gli incentivi

Italia Lavoro ha aggiornato la Guida agli incentivi alle assunzione e creazione d’impresa.

  • esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato effettuate nel 2015. Riguarda gli assunti nel privato da almeno sei mesi, l’esonero dura tre anni, fino a concorrenza della somma di 8060 euro annui, esclusi i contributi INAIL. L’incentivo è quello previsto dalla Legge di Stabilità 2015, e operativamente regolamentato dalla circolare INPS 17/2015 e dal messaggio 1144/2015;
  • incentivo per l’assunzione di giovani ammessi al “Programma Operativo Nazionale per l’attuazione dell’Iniziativa Europea per l’Occupazione dei Giovani”(Garanzia Giovani): destinato agli under 30.  Alla Garanzia Giovani, che prevede una serie di strumenti per l’inserimento nel mondo del lavoro, è dedicato un apposito portale del Governo, con rimandi a tutti i siti e alle iniziative regionali, che costituisce lo strumento di consultazione fondamentale per gli interessati;
  • bonus assunzione giovani: destinati a lavoratori fra i 18 e i 29 anni privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi oppure che non abbiano conseguito un diploma di scuola superiore o professionale. Riferimenti normativi: legge 99/2013, circolare INPS 131/2013;
  • incentivi assunzione giovani fra 18 e 35 anni in agricoltura: i giovani devono essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi e non avere un diploma di istruzione secondaria di secondo grado. I contratto di lavoro può essere a tempo indeterminato o determinato di durata alemno triennale. Riferimenti normativi:legge 92/2012 (la Riforma del Lavoro Fornero), il Dl 91/2014, la circolare INPS 137/2014;
  • contratti di apprendistato: benefici economici, fiscali e contributivi per assunzioni under 30;
  • incentivi assunzione con contratto a termine o a tempo indeterminato di donne prive di impiego da almeno 24 mesi: previsto dalla legge 92/2014, ripristinato concircolare INPS 6319/2014;
  • incentivi per assunzioni lavoratori over 50 disoccupati da almeno 12 mesi:anche questi previsti dalla legge 92/2012, regolamentati da circolare INPS 11/2013 ecircolare ministero del Lavoro 34/2013;
  • incentivi per assunzioni di lavoratori in CIGS (cassa integrazione) da almeno tre mesi e di dipendenti di aziende beneficiarie di CIGS da almeno sei mesi: circolare INPS 137/2012;
  • incentivi per l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori in mobilità previsti dalla legge 92/2012, regolamentati da circolare INPS 137/2012;
  • incentivi per datori di lavoro che assumono con contratto di apprendistato lavoratori iscritti nelle liste di mobilità. Riguarda le assunzioni con contratto di apprendistato finalizzato alla qualificazione e riqualificazione professionale di lavoratori in mobilità. Riferimenti normativi: articolo 7, comma 4, del decreto legislativo 167/2011, circolare INPS 128/2012;
  • incentivi per lavoratori in ASpI: per datori di lavoro privati che assumono a tempo pieno e indeterminato lavoratori che percepiscono l’assicurazione per l’impiego. Riferimenti normativi: articolo 7, comma 5, lettera b, decreto legge 76/2013 convertito con la legge 99/2013, circolare INPS 142/2012;
  • assunzioni agevolate di soggetti svantaggiati nelle cooperative sociali: legge 381/91 e legge 448/1998;
  • agevolazioni per assunzione di detenuti e internati: il contratto deve essere subordinato, per almeno un mese. Legge 381/91, decreto ministero della Giustizia 148/2014;
  • lavoratori disabili: riguarda lavoratori iscritti nelle liste del collocamento obbligatorio previste dalla legge 68/1999.

Altre agevolazioni: sono previsti altri incentivi per giovani genitori (vedi circolare INPS 115/2011), sostituzione lavoratrici in maternità (articolo 4, commi 3, 4, 5, del decreto legislativo 151/2001), rientro ricercatori e docenti (Legge di Stabilità 2015), rientro dei cervelli (circolare Agenzia delle Entrate 14/E 2012), bonus ricerca (legge di Stabilità 2015), lavoro occasionale accessorio (legge 92/2012), incentivi IRAP previsti da articolo 22, comma 7, legge 183/2011, legge 214/2011, Dl 4/2015, legge di Stabilità 2015 (legge 190/2014).

Infine, la Guida elenca i Programmi Nazionali di Italia Lavoro, gli avvisi per i contributi delle imprese che assumono con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca o che assumono dottori di ricerca.

Incentivi creazione d’impresa

Sono elencati nella seconda sezione della Guida, dedicata alle legislazioni regionali, che presenta per ogni Regione in cui sono attivi incentivi anche per le assunzioni), un prospetto con tutte le caratteristiche (destinatari, datori di lavoro, agevolazioni, modalità di attuazione, periodo di riferimento, normativa).

Per approfondimenti si consiglia di leggere la Guida Incentivi e Creazione d’impresa

Rispondi