Home Lavoro e Previdenza PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI REGIONE CALABRIA

121
0

La Regione Calabria ha pubblicato i primi bandi relativi alla misura Garanzia Giovani attivi dal prossimo 07 aprile 2015.

FINALITÀ E OGGETTO DELL’INTERVENTO

Al fine di agevolare le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nelle transizioni tra scuola e lavoro la Regione Calabria sostiene l’attivazione delle seguenti tipologie di tirocini extra-curriculari:

  • regionali – ovvero svolti in aziende aventi sede operativa localizzata nel territorio della Regione Calabria;
  • in mobilità interregionale – ovvero svolti in aziende aventi sede operativa in una regione diversa da quella di residenza del tirocinante;
  • in mobilità transnazionale – ovvero svolti in aziende aventi sede operativa in un paese estero appartenente ad uno dei 28 Paesi della UE o in Islanda, in Liechtenstein, in Norvegia, in Svizzera (Paesi EFTA membri del SEE), in Turchia (Paese candidato all’adesione).

Tale misura è tesa ad avvicinare i giovani al mondo del lavoro o a favorire il loro inserimento e reinserimento, soprattutto nel caso di giovani senza precedenti esperienze, per contrastare il fenomeno NEET (giovani né occupati, né studenti, né coinvolti in attività di formazione). Per sostenere la realizzazione della misura si prevede l’erogazione di indennità ai giovani partecipanti per la realizzazione dei percorsi di tirocinio. A conclusione dei percorsi di tirocinio i soggetti ospitanti che assumeranno i tirocinanti potranno accedere agli incentivi economici per le assunzioni previsti dalla Garanzia Giovani (Bonus occupazionali), sulla base delle modalità e dei requisiti definiti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

DESTINATARI DELL’INTERVENTO E REQUISITI

I destinatari dell’intervento che potranno effettuare i percorsi di tirocinio sono soggetti che si ritrovino nelle condizioni di seguito specificate:

  • cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea ovvero cittadinanza di uno Stato extracomunitario con regolare permesso di soggiorno nel territorio dello Stato Italiano;
  • età compresa tra i 18 e i 29 anni (possono accedere i giovani che hanno compiuto il 18° anno e fino al giorno antecedente al compimento del 30° anno di età) e che abbiano assolto al diritto dovere all’istruzione e formazione;
  • registrazione al Programma Garanzia Giovani – “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani”;
  • non occupati né inseriti in un percorso di studio o formazione, in conformità a quanto previsto dall’art. 16 del Regolamento UE 1304/13. Sono considerati non occupati i giovani disoccupati o inoccupati ai sensi del Decreto legislativo del 21 aprile 2000 n.181 e s.m.i. Sono considerati non inseriti in un percorso di istruzione o formazione i giovani non iscritti ad un regolare corso di studi (secondari superiori o universitari) o di formazione. I requisiti sopra richiamati devono essere posseduti al momento della registrazione del giovane al portale nazionale o regionale Garanzia Giovani e sussistere, ad eccezione del requisito dell’età, all’avvio e nel corso della realizzazione del tirocinio

SOGGETTI OSPITANTI

Possono partecipare i soggetti, costituiti con “forma giuridica disciplinata dal diritto privato”, così come definita nella “Classificazione delle forme giuridiche delle unità legali” dell’ISTAT ai punti da 1.2 a 1.72 . Possono partecipare al presente avviso anche gli studi professionali e le ditte individuali.

Sono esclusi gli organismi che, pur rientrando nella classificazione giuridica di cui sopra, sono sottoposti a qualche forma di influenza pubblica tale da poter essere compresi nella casistica di organismi pubblici ai sensi dell’art. 3, comma 26 del D.Lgs. n. 163/2006.

I soggetti ospitanti, alla data di candidatura al presente Avviso, devono possedere i seguenti requisiti:

  • avere la sede operativa presso cui è attivato il tirocinio in Regione Calabria (per i tirocini regionali) o in una regione italiana diversa da quella di residenza del tirocinante (per i tirocini in mobilità interregionale) o in un paese estero appartenente ad uno dei 28 Paesi della UE o in Islanda, in Liechtenstein, in Norvegia, in Svizzera, in Turchia (per i tirocini in mobilità transnazionale);
  • non aver cessato o sospeso la propria attività, non trovarsi in stato di scioglimento e non essere sottoposti a procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa e amministrazione controllata;
  • essere in regola con gli adempimenti e i versamenti contributivi, assicurativi e previdenziali previsti dalla legge;
  • essere in regola con gli adempimenti di cui alla L. 68/1999;
  • essere in regola con le normative vigenti in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Inoltre, sono esclusi dai benefici previsti dal presente Avviso i soggetti che:

  • abbiano effettuato licenziamenti, fatti salvi quelli per giusta causa e giustificato motivo soggettivo e fatti salvi specifici accordi sindacali con le organizzazioni territoriali più rappresentative, nei 12 mesi precedenti la data di presentazione della domanda;
  • non applichino le condizioni del contratto collettivo nazionale di lavoro o, in sua assenza, degli accordi locali tra le rappresentanze sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori;
  • abbiano subito, sia come persone giuridica, sia come amministratore, sia come titolare condanne definitive o passate in giudicato per inadempienze, illeciti o irregolarità relativamente all’utilizzo di finanziamenti pubblici e/o a rapporti contrattuali con la Regione. Per i tirocini in mobilità transnazionale si applicano le normative vigenti dei paesi in cui sono realizzati i percorsi di tirocinio.

TIPOLOGIE DI TIROCINIO AMMISSIBILI

Il tirocinio rappresenta una misura formativa di politica attiva finalizzata a creare un contatto diretto con il mondo del lavoro allo scopo di favorire l’arricchimento del bagaglio di conoscenze del tirocinante, l’acquisizione di competenze professionali e l’inserimento o il reinserimento lavorativo. Il tirocinio non si configura come rapporto di lavoro ma consiste in un periodo di orientamento al lavoro e di formazione in situazioni produttive e aziendali.

INDENNITÀ PER I TIROCINANTI

Ai giovani partecipanti sarà concessa una indennità mensile di partecipazione € 400 al mese per una durata massima di 6 mesi. L’indennità corrisposta al tirocinante rappresenta l’“indennità di partecipazione” prevista per i tirocinanti ai sensi dell’art.14 della DGR 158 del 29 aprile 2014 della Regione Calabria recante “Linee guida in materia di tirocini, può comunque essere integrata a discrezione del soggetto ospitante e/o del soggetto promotore. Non determina in nessun modo la costituzione di un rapporto di lavoro, essendo finalizzata esclusivamente a supportare l’esperienza di tirocinio. Dal punta di vista fiscale ha natura di reddito assimilato al reddito di lavoro dipendente e non comporta, in ogni caso, la perdita dello stato di disoccupazione posseduto dal tirocinante. Non dà luogo a trattamenti previdenziali e/o assistenziali, a valutazioni o riconoscimenti giuridici ed economici, né a riconoscimenti automatici ai fini previdenziali. Non è cumulabile con altri contributi analoghi erogati da terzi.

IL PROGRAMMA DELLA REGIONE

Lo studio in collaborazione con l’associazione ARCA, accreditata dalla Regione Calabria per l’erogazione dei Servizi per il Lavoro connessi a Garanzia Giovani ti potrà assistere alla predisposizione delle domande di accesso alle misure agevolative per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro nell’ambito delle funzioni attribuite alle Associazioni a tale riguardo.

Rispondi