Home Fiscale e Tributario Corso di Formazione sulla Proprietà Intellettuale

Corso di Formazione sulla Proprietà Intellettuale

64
0

Bando pubblico di partecipazione

TERMINI SCADENZA ADESIONI 15 SETTEMBRE 2015

L’ICE, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, nell’ambito del Piano Export Sud, propone un corso di formazione sulla Proprietà Intellettuale riservato a 20 partecipanti provenienti da PMI, start up, centri di ricerca e poli tecnologici della Calabria.

Il Piano Export per le Regioni della Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia, detto anche Piano Export Sud) è un programma di attività che mira a favorire l’internazionalizzazione delle PMI e la promozione dell’immagine del prodotto italiano nel mondo.

Rientra nelle misure previste dal Piano Azione Coesione (PAC) nell’ambito del processo di riprogrammazione del PON (Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività) 2007-2013 messo a punto dalla DGIAI (Direzione Generale per l’Incentivazione delle Attività Imprenditoriali) del MISE.

L’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, che provvede autonomamente all’attuazione del Programma PAC secondo le indicazioni programmatiche del Ministero vigilante, organizza in collaborazione con la Camera di Commercio di Cosenza, un Corso di Formazione sulla Proprietà Intellettuale riservato a 20 partecipanti provenienti da PMI, start up, centri di ricerca e poli tecnologici della Calabria.

Il corso si svolgerà a Cosenza presso una sede che sarà resa nota a seguito della pubblicazione della graduatoria. Le aziende e tutti gli altri soggetti partecipanti, dovranno assicurare la presenza del proprio personale per la parte generale del Corso e per la parte relativa al proprio settore merceologico di appartenenza.

Il programma prevederà:

AULA:

un modulo formativo comune a tutti i partecipanti nel quale saranno trattati i temi relativi a diritti di proprietà intellettuale, diritto dei brevetti e relativo sfruttamento, principali strumenti di tutela, fasi di ottenimento del brevetto, valutazioni economiche, modalità di valorizzazione dei brevetti. Saranno inoltre realizzati moduli formativi specifici a seconda del settore merceologico di appartenenza o dello specifico interesse del partecipante. Alla fine del Corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

AFFIANCAMENTO:

saranno erogate alcune ore di affiancamento personalizzato alle aziende partecipanti per approfondimenti specifici, assistenza nello sviluppo e/o validazione di una strategia di valorizzazione della P.I. L’affiancamento sarà sottoposto a regime De Minimis

Requisiti di ammissibilità

Sono ammesse a partecipare alla selezione le Piccole e Medie Imprese (PMI) come definite nell’allegato I del Reg. (CE) 800/2008 e i consorzi regolarmente iscritti al Registro delle imprese della CCIAA territorialmente competente, unitamente a Reti di impresa nonché start up, centri di ricerca e poli tecnologici che:

  1. abbiano sede operativa nella regione Calabria;
  2. non si trovino in situazioni di morosità con l’ICE-Agenzia;
  3. siano in regola con le norme vigenti in materia fiscale, assistenziale e previdenziale;
  4. siano in possesso di potenzialità di internazionalizzazione e capacità di apertura verso il mercato e che rispettino i seguenti requisiti minimi: * siano in possesso di un sito internet o, in alternativa, siano presenti con una pagina informativa in un social network; * siano in grado di garantire una risposta telematica (es. posta elettronica) almeno in una lingua straniera alle richieste provenienti da interlocutori esteri;
  5. non siano in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata.

Requisiti settoriali

Le imprese nonché start up, centri di ricerca e poli tecnologici devono appartenere ad uno dei seguenti settori, considerati prioritari dal Piano Export Sud:

  • agroalimentare (alimentari, ortofrutta, viticoltura, florovivaismo, ittica);
  • moda (tessile/abbigliamento, calzature, conceria, oreficeria);
  • mobilità (nautica, aerospazio, logistica, automotive);
  • arredo e costruzioni (arredamento, restauro architettonico, sviluppo urbano, lapideo);
  • alta tecnologia (nano-biotecnologie, meccatronica, ICT);
  • energia (ambiente e energie rinnovabili).

La mancanza dei requisiti di cui ai punti A) e B) porterà all’esclusione della domanda.

NOTA: NON POTRANNO PARTECIPARE LE AZIENDE CHE HANNO GIA’ PARTECIPATO ALLA PRIMA EDIZIONE

Selezioni

Saranno ammesse alle selezioni le imprese, poli tecnologici e centri di ricerca, start up che avranno inviato apposita domanda di partecipazione, nelle modalità e nei termini previsti dal bando. La selezione terrà conto di:  ordine cronologico di arrivo della domanda trasmessa per posta elettronica certificata  settore di appartenenza (per garantire la partecipazione di aziende che rappresentino tutti i settori considerati prioritari, sarà riservato un posto tra i 20 partecipanti a ciascuna filiera indicata dal Piano Export Sud)  individuazione di un progetto di brevettazione (nella domanda di partecipazione l’impresa dovrà esplicitare, con un testo molto sintetico, il progetto di internazionalizzazione che intende sviluppare e realizzare nel corso sulla P.I. prodotto/servizio da implementare e commercializzare all’estero, eventuali certificazioni e/o brevetti, caratteri distintivi e potenziale di valorizzazione internazionale dei suoi contenuti innovativi, ecc.)

I primi 20 selezionati dall’ICE-Agenzia riceveranno una comunicazione di ammissione. Le 5 aziende posizionatesi tra il 21° e il 25° posto in graduatoria verranno a loro volta ammesse in qualità di uditrici. La selezione sarà svolta da una Commissione appositamente costituita. A tutti i candidati verrà inviata una comunicazione sulla loro posizione definitiva in graduatoria. L’elenco delle 20 aziende e delle 5 imprese “uditrici” verrà pubblicato sul sito dell’ICE-Agenzia. Qualora il numero delle domande di partecipazione sia superiore a 20, saranno prese in considerazione per la selezione le prime 60 per ordine cronologico di arrivo della domanda stessa. Domanda di ammissione e termine di presentazione L’adesione al corso dovrà essere avanzata esclusivamente tramite la “domanda di ammissione” acclusa al presente bando, debitamente compilata e con firma autografa ai sensi della Legge 127/97 (disposizione in materia di autocertificazione).

Dovranno inoltre essere allegati alla domanda:

  • la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (acclusa al bando)
  • una fotocopia di un documento di identità valido del legale rappresentante dell’Azienda
  • La dichiarazione relativa al De Minimis allegata relativa agli importi di cui l’azienda ha già usufruito nel triennio (l’importo presunto della presente attività e’ di euro 1000,00)

Relativamente al De Minimis si rende noto che: campione, l’ICE-Agenzia può effettuare una verifica sia sull’ammissibilità dei requisiti indicati nella dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà presentata dai soggetti che partecipano alle iniziative del Piano Export Sud, sia sul rispetto della soglia prevista di 200.000,00 euro degli aiuti de minimis, che il soggetto beneficiario non può superare nell’arco degli ultimi 3 esercizi finanziari. La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà deve essere sempre trasmessa all’ICE-Agenzia unitamente ad una copia del documento di identità del legale rappresentante dell’impresa beneficiaria.

La domanda (con allegati) va inviata all’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane esclusivamente attraverso posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo formazione@cert.ice.it indicando nell’oggetto “ICE CORSO PROPRIETA’ INTELLETTUALE – CALABRIA” e in copia per conoscenza a formazione.pianosud@ice.it . La domanda dovrà essere inviata entro e non oltre IL 15 SETTEMBRE 2015. L’Agenzia può verificare l’effettivo possesso dei requisiti di cui all’art. 2 in qualsiasi momento, anche successivo all’eventuale ammissione al Corso. Non saranno tenute in considerazione, e comporteranno quindi l’esclusione dalla selezione, le domande spedite dopo i termini previsti o con modalità diverse da quelle indicate nel presente avviso, o quelle mancanti di uno o più elementi richiesti, o dalle quali risulti il mancato possesso di uno o più requisiti richiesti dal bando. Saranno ammesse con riserva le aziende che potranno documentare l’avvenuta spedizione della domanda di partecipazione, qualora la stessa non risulti pervenuta al momento della selezione.

CORSO SULLA PROPRIETA’ INTELLETTUALE – CALABRIA: COSENZA, 29 settembre – 2 ottobre 2015

Rispondi