Home Finanza FONDO DI SOSTEGNO E GARANZIA PO FSE BASILICATA 2007 – 2013

FONDO DI SOSTEGNO E GARANZIA PO FSE BASILICATA 2007 – 2013

110
0

La Regione Basilicata, avendo riscontrato la necessità di agire sul contesto produttivo territoriale in modo mirato, ed al fine di promuovere un intervento innovativo integrato a favore delle microimprese locali, del mondo cooperativo degli inoccupati/disoccupati per la creazione di nuova impresa, ha costituito il Fondo di Sostegno e Garanzia FSE avente la finalità di agevolare l’accesso al credito da parte delle microimprese e agevolare nuova imprenditoria anche da parte di soggetti svantaggiati attraverso due modalità:

a. la concessione di prestiti o Microcrediti da restituire a tassi agevolati rispetto alle condizioni offerte dal mercato;

b. la concessione di garanzie.

Sono finanziabili le seguenti iniziative da realizzare in Basilicata:

  • Asse II del PO FSE Basilicata 2007-2013, che prevede azioni finalizzate a sostenere la nascita di nuove imprese e promozione di nuovi servizi e attività innovative, in particolare a sostegno dell’imprenditorialità delle donne, del settore no-profit e delle piccole imprese che necessitano del ricambio generazionale con la possibilità di utilizzo di strumenti innovativi di ingegneria finanziaria attivati anche nell’ambito dell’Iniziativa Comunitaria Jeremie (categoria 68):
    1. Creazione d’Impresa;
    2. Trasferimento Familiare;
    3. Consolidamento impresa femminile.
  • Asse III del PO FSE Basilicata 2007-2013, che prevede azioni finalizzate a realizzare aiuti alla occupazione e sostegno all’imprenditorialità con la possibilità di utilizzo di strumenti innovativi di ingegneria finanziaria attivati anche nell’ambito dell’Iniziativa Comunitaria Jeremie (categoria 71); alla promozione e rafforzamento di iniziative di investimento nel terzo settore con la possibilità di utilizzo di strumenti innovativi di ingegneria finanziaria attivati anche nell’ambito dell’Iniziativa Comunitaria Jeremie (categoria 71):
    1. Sostegno alla nuova impresa;
    2. Sostegno all’Impresa giovanile;
    3. Consolidamento impresa operante nel Terzo Settore.

Non sono ammissibili le iniziative riferite ai seguenti settori:

  1. il settore della pesca e dell’acquacoltura;
  2. il settore della produzione primaria dei prodotti agricoli;
  3. il settore carboniero.

Sono altresì escluse:

  1. le attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco (ATECO 2007, Sezione R divisione 92);
  2. le attività di organizzazioni associative previste dall’ATECO 2007, Sezione S divisione 94;
  3. le imprese in difficoltà come definite dagli orientamenti comunitari per il salvataggio [regolamento CE 800/2008 art. 1 comma 1)];
  4. le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti che sono individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea.

Soggetti destinatari

Possono accedere al finanziamento del presente Avviso i soggetti costituiti o da costituirsi nella forma di Lavoratore Autonomo, Società di persone, Società cooperative e Società a responsabilità limitata semplificata ai sensi dell’art. 2463-bis codice civile;

Requisiti del finanziamento

Le richieste di finanziamento potranno avere una dimensione finanziaria di ammontare non superiore a € 25.000,00 per ciascun destinatario finale.

I finanziamenti concessi saranno erogati sotto forma di mutui chirografari con le seguenti caratteristiche:

  1. Durata: 60 mesi
  2. Spese per l’istruttoria: 0
  3. Tasso applicato: 0%
  4. Tasso di mora: in caso di ritardato pagamento, si applica al destinatario un interesse di mora pari al tasso legale vigente al momento dell’inadempimento e maturato dalla data di scadenza di ciascuna rata e fino alla data di pagamento.
  5. Rimborso in rate costanti posticipate mensili (salvo l’ipotesi di cui al punto 4 del presente articolo), con decorrenza sei mesi dalla data di erogazione del Microcredito attestata dalla data di valuta del bonifico.
  6. Modalità pagamento: rimessa diretta con addebito sul conto corrente ogni ultimo giorno del mese.
  7. Garanzie: al momento dell’istruttoria della domanda di finanziamento non saranno richieste garanzie reali, patrimoniali e finanziarie.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese strettamente funzionali all’attività esercitata o da esercitare effettuate in data successiva a quella di presentazione della domanda telematica, fatte salve le specifiche limitazioni di seguito previste e precisamente:

  1. spese per investimenti. Per le iniziative di cui al precedente art. 4, comma 1, lettera A., sono finanziabili anche le spese relative all’acquisizione di attività preesistenti, purchè nel limite massimo del 49% delle spese per investimenti;
  2. spese di funzionamento e gestione nel limite massimo del: – 40% del Finanziamento Microcredito richiesto, per le iniziative di cui all’art. 4, comma 1, lettera A.; – 30% del Finanziamento Microcredito richiesto, per le iniziative di cui all’art. 4, comma 1, lettere B., C., D., E. ed F.; 2. in caso di “Trasferimento Familiare”

Rispondi