Home Fiscale e Tributario Agricoltura Legge di stabilità 2016 cosa cambia per l'agricoltura

Legge di stabilità 2016 cosa cambia per l'agricoltura

132
0
Queste le principali novità della legge di stabilità che colpiranno il settore dell’agricoltura a partire dal 2016.

Stop al prelievo municipale per coltivatori diretti e «Iap»

Dal 2016, L’imu non sarà dovuta  su tutti i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali (Iap). Sui territori montani si torna alla esenzione sulla base dell’elenco allegato alla circolare 9 del 14 giugno 1993 («Gazzetta Ufficiale» 141 del 18 giugno 1993).
L’esenzione comprende anche le aree edificabili possedute e condotte dai medesimi soggetti in quanto ai sensi dell’articolo 2, del Dlgs 504/1992 sono assimilate ai terreni agricoli.
Per i terreni che dal 2016 saranno esclusi da Imu ritorna la tassazione Irpef sul reddito dominicale.

L’Irap

Viene soppressa l’imposta regionale sulle attività produttive per le attività agricole all’articolo 32 del Dpr 917/1986, vengono per cui soppresse tutte le norme che nel Dlgs 446/1997 richiamano le attività agricole compresa la previsione della aliquota ridotta del 1,9 per cento.

Addio all’esonero Iva

Dal 2017 verrà abolito il regime di esonero Iva per le imprese agricole con volume d’affari non superiore a 7mila euro le quali pertanto dovranno osservare i normali obblighi contabili. Con successivo decreto ministeriale verrà aumentata la percentuale di compensazione Iva per taluni prodotti del settore lattiero caseario in misura non superiore al 10%. l’aumento della percentuale di compensazione consentirà la riduzione o l’azzeramento del versamento dell’Iva che attualmente è pari all’1,2 per cento.

Produzione di rinnovabili

Viene stabilizzata la tassazione del reddito proveniente dalle attività di produzione di energia elettrica nella misura del 25% per la parte che eccede la franchigia e la tariffa incentivante, come previsto attualmente dall’articolo 22 del Dl 66/2014.
Fonte: ilsole24ore del 20 Ottobre 2015 – Legge di stabilità 2016

Rispondi