Home Fiscale e Tributario Circolari Domande per gli incentivi INAIL agli investimenti in sicurezza dal 1° marzo

Domande per gli incentivi INAIL agli investimenti in sicurezza dal 1° marzo

73
0

È stato pubblicato il Bando ISI 2015, con cui l’INAIL conferma, anche per quest’anno, il suo impegno ad incentivare le imprese che realizzano progetti in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro.

bando isi 2016 studiorussogiuseppe.it

L’agevolare intende promuove interventi che migliorino la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, ovvero investimenti in attrezzature più moderne e in processi organizzativi più efficaci.

I finanziamenti a fondo perduto e sono assegnati alle imprese, fino ad esaurimento, nell’ordine cronologico di arrivo delle domande.

I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura. Le imprese interessate potranno proporre progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori e all’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale; in aggiunta a queste tipologie, rispetto all’anno scorso si introduce la possibilità di presentare progetti in materia di bonifica da materiali contenenti l’amianto.

L’INAIL precisa, inoltre, che gli interessati a beneficiare dell’incentivo potranno presentare, per una sola unità produttiva, un progetto riguardante una delle tipologie tra quelle indicate.

La copertura dei costi ammissibili è stata concessa, in conto capitale, nella misura del 65% sino a un massimale di 130.000 euro per ogni impresa.

L’incentivo – cumulabile con eventuali benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (quali quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle piccole e medie imprese e da Ismea) – continua ad essere costituito da un contributo in conto capitale pari al 65% dei costi sostenuti per il progetto, con il suddetto tetto massimo e un minimo di 5.000 euro (non applicabile, però, alle imprese fino a 50 dipendenti che presentino progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale).
Esso sarà erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto.

La procedura per l’assegnazione degli incentivi ricalca quella adottata negli scorsi anni, articolandosi, sostanzialmente, nei seguenti passaggi.

Compilazione on line della domanda fino al 5 maggio.
Innanzitutto, a partire dal 1° marzo, fino alle ore 18 del 5 maggio 2016, le imprese registrate sul sito INAIL potranno procedere alla compilazione on line della domanda, utilizzando apposita procedura informatica, che consentirà di:

– effettuare simulazioni relative al progetto da presentare, al fine di verificare il raggiungimento, da parte dello stesso, del c.d. “punteggio soglia” pari a 120 punti;
– salvare la domanda inserita;
– effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione presente nella procedura, premendo il tasto “invia”.

Successivamente, dal 12 maggio 2016, le imprese il cui progetto abbia raggiunto la soglia di ammissibilità ed abbiano salvato definitivamente la propria domanda, potranno accedere al sito per scaricare il proprio codice identificativo, ovvero il codice che le individua in maniera univoca e che dovranno utilizzare nella terza fase del procedimento.

In quest’ultima, fase del “click day”, le imprese potranno inviare la domanda di ammissione al contributo, da trasmettere indicando il codice identificativo ottenuto in precedenza, negli orari di apertura dello sportello informatico (di cui sarà data comunicazione sul sito www.inail.it, a partire dal 19 maggio 2016).

Tutta la documentazione inerente il bando, suddivisa in base agli avvisi regionali, è reperibile sul portale INAIL nella sezione dedicata agli incentivi per la sicurezza; per ricevere informazioni ulteriori, invece, è possibile chiamare il Contact Center ai numeri 803.164 o 06.164.164.

Ne abbiamo parlato in questo articolo del 30 dicembre 2015 NUOVO BANDO ISI 2016

Rispondi