Home Finanza PREINFORMATIVA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLA CREAZIONE DI "...

PREINFORMATIVA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLA CREAZIONE DI " NUOVE IMPRESE " EDIZIONE 2016

85
0

La Camera di Commercio di Cosenza, nell’ambito delle iniziative istituzionali programmate per l’esercizio 2016, intende supportare la nascita di nuove imprese nella provincia cosentina e conseguentemente favorire la ripresa dell’occupazione.

L’azione è rivolta agli aspiranti nuovi imprenditori che vogliono operare in qualsiasi settore economico, e mira ad incentivare con una maggiore percentuale del contributo a fondo perduto la nascita di nuove Startup Innovative, Imprese “Femminili e Giovanili”. Gli aspiranti Imprenditori al momento dell’inoltro della domanda non devono essere iscritti nel Registro delle Imprese, ma avranno l’obbligo di iscriversi per ottenere la liquidazione del contributo concesso.

SOGGETTI BENEFICIARI

Requisiti di ordine generale

Sono ammesse ai contributi gli aspiranti imprenditori che presentino un progetto imprenditoriale che preveda investimenti ammissibili coerenti con l’attività descritta. Il management della impresa costituenda (Titolare, amministratori), la proprietà (soci), e le persone che ricoprono eventuali cariche tecniche, non devono, al momento della domanda, violare nessuno dei motivi di esclusione dalla partecipazione a procedure di appalto o concessione di cui all’art. 80 del Dlgs 50/2016, requisiti attestati mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio. Sono escluse dai benefici del bando le costituende imprese (ditte Individuali o società)1 che abbiano cancellato dal Registro Imprese da meno di 6 mesi dalla data della domanda, una (o più) imprese esercitante/i la medesima attività per la quale si intenderebbe presentare il progetto.

Saranno verificate le movimentazioni dei Codici Fiscali, per le Ditte individuali verrà controllata la posizione del Titolare, per le società di capitali, di persona e cooperative le posizioni di amministratori e soci. L’impresa, dopo la liquidazione del contributo, dovrà continuare ad esser iscritta nel Registro delle Imprese di Cosenza per almeno tre anni dalla data di iscrizione, pena la restituzione del contributo.

Requisiti specifici

I soggetti che richiederanno i contributi come nuove startup innovative dovranno possedere i requisiti di cui alla Sezione IX della Legge n° 221 del 17 dicembre 2012, che formalmente verranno riconosciuti all’atto di iscrizione nella Sezione Speciale delle Startup Innovative del Registro delle Imprese di Cosenza.

I Soggetti che richiederanno i contributi come “Nuovi Imprenditori Giovanili” dovranno possedere i requisiti di cui alla legge 95/1995 che verranno riconosciuti all’atto di iscrizione nel Registro delle Imprese:

  • La necessità di maggioranza assoluta (finanziaria e numerica) di giovani fra i 18 e i 29 anni residenti nei territori di applicazione della legge;
  • Totalità di giovani tra i 18 e i 35 anni (non devono aver compiuto il 36° anno) residenti nei territori di applicazione della legge;
  • La sede legale, amministrativa e operativa della nuova impresa deve situarsi nei territori di applicazione della legge.

Nella categoria di imprenditoria giovanile sono escluse le società di fatto o con un unico socio e le ditte individuali.

I Soggetti che richiederanno i contributi come “Nuovi Imprenditori Femminili” dovranno possedere i requisiti di cui alla legge 215/92 che verranno riconosciuti all’atto di iscrizione nel Registro delle Imprese:

  • Ditta individuale: il titolare deve essere una donna;
  • Società di persone e cooperative: deve esserci almeno il 60% dei soci donne;
  • Società di Capitali: almeno 2/3 delle quote devono essere in possesso di donne e l’amministrazione deve essere composta almeno da 1/3 di donne.

I soggetti che richiederanno il contributo come “nuova impresa” non rientranti nelle categorie di cui ai punti 2.1, 2.2 e 2.3 non dovranno possedere alcun requisito specifico al momento dell’iscrizione al registro imprese ma solo i requisiti di ordine generale Sono Escluse le Imprese già iscritte al Registro Imprese alla data della pubblicazione del bando.

SPESE AMMISSIBILI

Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte, tasse e diritti) le seguenti spese sostenute e tracciabili (fatturate e quietanzate):

  1. Eventuali parcelle notarili o di consulenti relativamente ai costi per la costituzione (la norma prevede per le startup la possibilità di redigere l’atto costitutivo e le sue successive modifiche anche mediante un modello standard tipizzato facendo ricorso alla firma digitale, dopo l’entrata in vigore del decreto attuativo);
  2. acquisto di beni strumentali, macchinari, attrezzature, arredi, strutture non in muratura e rimovibili necessari all’attività imprenditoriale;
  3. impianti generali nella percentuale massima del 30% del totale dell’investimento complessivamente ammesso;
  4. quote iniziali di eventuale contratto di franchising, nel limite del 30% del totale dell’investimento ammesso;
  5. acquisto e sviluppo di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali inerenti l’attività di impresa;
  6. registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e relative spese per consulenze specialistiche;
  7. realizzazione del sito internet aziendale entro il limite massimo di spesa di € 4.000 (al netto dell’iva);
  8. ricerche di mercato relative all’analisi di settore o ai segmenti di mercato potenziali;
  9. servizi di consulenza e specialistici nelle aree di: marketing; logistica; produzione; personale, organizzazione e sistemi informativi; economico-finanziaria; contrattualistica; sicurezza e la tutela della salute dei lavoratori.

Non sono ammissibili in ogni caso:

  • spese non riconducibili all’elenco precedente;
  • spese generali e di amministrazione o comunque qualsiasi spesa relativa la funzionamento ordinario;
  • spese regolate per contanti o attraverso cessione di beni o compensazione di qualsiasi genere tra il beneficiario ed il fornitore;
  • spese relative all’acquisto dei beni usati;
  • avviamento e acquisto di licenze autorizzative per lo svolgimento dell’attività;
  • spese autofatturate.

MISURA DEL CONTRIBUTO

L’intervento consiste in un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili al netto dell’Iva e comunque non superiore a 5.000 euro. Tale percentuale è elevata al 60% nel caso di nuove imprese femminili o giovanili per un importo massimo comunque non superiore a 5.000,00 euro. Nel caso in cui le nuove imprese siano nuove startup, la percentuale di contributo riconoscibile sull’importo complessivo delle spese sostenute e ammesse sale al 70% sino comunque ad un massimo di 5.000,00 euro.

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9,00 del 14.09.2016 fino alla chiusura per esaurimento delle risorse di cui sarà data comunicazione a mezzo pubblicazione sul sito internet della Camera di Commercio www.cs.camcom.it e comunque entro le ore 12,00 del 14.10.2016.

Rispondi