Home Finanza Bando Isi 2016: invio delle domande

Bando Isi 2016: invio delle domande

109
0

Dal 19 aprile 2017 e fino alle ore 18.00 del 5 giugno 2017, le aziende che intendono effettuare investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori, adottare modelli organizzativi e di responsabilità sociale o bonificare materiali contenenti amianto, possono inserire sul portale dell’INAIL le domande di finanziamento per i contributi a fondo perduto per “progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”, messi in campo dal Bando ISI 2016.

Gli incentivi ISI – ripartiti su singoli avvisi regionali pubblicati sul portale dell’Inail – vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Destinatari del contributo

I soggetti destinatari dei contributi sono tutte le imprese, anche individuali, ubicate sul territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura.

La misura del contributo

Il contributo, in conto capitale, è pari al 65% delle spese sostenute dall’impresa per realizzare il progetto, a netto Iva. Il contributo massimo erogabile è pari a 130 mila euro, quello minimo di 5 mila euro.

Progetti ammissibili

Vengono ammessi al finanziamento:

  1. i progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori;
  2. i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  3. i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  4. i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

La procedura

La procedura per accedere al suddetto finanziamento, come per gli scorsi anni, è articolata in tre fasi:

Fase 1 “Inserimento online della domanda e download del codice identificativo”.
Fase 2 “Invio del codice identificativo (click-day)”.
Fase 3 “Invio della documentazione a completamento della domanda”. 


FASE 1

Dal 19 aprile 2017, fino alle ore 18.00 del 5 giugno 2017, accedendo alla sezione “Accedi ai servizi online” del sito INAIL, le imprese dovranno procedere alla compilazione della domanda, che consentirà di:

  • effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;
  • verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;
  • salvare la domanda inserita;
  • effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “invia”. 

Dal 12 giugno 2017 le imprese, che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato definitivamente la propria domanda, potranno accedere all’interno della procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le identifica in maniera univoca.

SECONDA FASE

Al termine della prima fase, le imprese potranno inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al finanziamento, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda e ottenuto mediante la procedura di download.

Date e gli orari di invio delle domande

Le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande, saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 12 giugno 2017.

Gli elenchi in ordine cronologico di tutte domande inoltrate, con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l’ammissibilità al finanziamento, saranno pubblicati entro sette giorni dal giorno di ultimazione della fase di invio del codice identificativo.

TERZA FASE

Infine, le imprese collocate in posizione utile per il finanziamento dovranno far pervenire all’Inail, entro e non oltre il termine di 30 giorni decorrente dal giorno successivo a quello di perfezionamento della formale comunicazione degli elenchi cronologici, la copia della domanda telematica generata dal sistema e tutti gli altri documenti, indicati nell’Avviso pubblico, per la specifica tipologia di progetto.

Rispondi