Home Fiscale e Tributario Arriva la rottamazione-bis: quali le novità del decreto fiscale?

Arriva la rottamazione-bis: quali le novità del decreto fiscale?

106
0

Nel collegato alla manovra di bilancio 2018 pubblicato in G.U. lo scorso 16 ottobre (D.L. 148/2017), il Governo ha definito le “nuove” regole per accedere alla definizione agevolata delle cartelle di pagamento.

In base a quanto previsto dall’articolo 1 del D.L. 148/2017 vi saranno nuove possibilità per i contribuenti.

Allungamento dei termini per il versamento.

I contribuenti che hanno già aderito alla rottamazione dei ruoli, ma non hanno provveduto al versamento delle rate scadute a luglio e a settembre, verranno riammessi alla rottamazione e potranno effettuare i relativi pagamenti entro il prossimo 30 novembre.

Versamento tardivo della rate di luglio e settembre

Lo slittamento al 30 novembre 2017 dovrebbe sanare anche i versamenti in “ritardo” o “parziali” delle rate di luglio e settembre.

Apertura per chi non è stato ammesso alla prima rottamazione.

I contribuenti che non erano stati ammessi alla precedente definizione agevolata, perché non in regola con il pagamento delle rate in scadenza al 31/12/2016, potranno essere ammessi alla “nuova” rottamazione presentando, entro il 31 dicembre 2017, un’apposita istanza all’Agente della riscossione, con le modalità che saranno pubblicate sul sito internet dell’Agente della riscossione entro il prossimo 31 ottobre.

Ampiamento del raggio d’azione della nuova definizione agevolata. 

La “nuova” rottamazione potrà essere applicata anche ai carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017 (la precedente “rottamazione” comprendeva i carichi affidati dal 2000 al 2016). In questo caso, il contribuente dovrà presentare apposita istanza entro il 15 maggio 2018, e pagare le somme dovute per la definizione in un numero massimo di 5 rate di pari importo, rispettivamente, nei mesi di luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 e febbraio 2019.

Sospensione del pagamento dei versamenti rateali successivi all’istanza

A seguito della presentazione della dichiarazione di adesione alla nuova rottamazione, il pagamento delle rate successive alla presentazione dell’istanza sarà sospeso.

Definizione dei carichi affidati dal 1° gennaio al 30 settembre 2017

In “deroga” alle disposizioni di cui all’articolo 6, comma 8 del decreto, il contribuente ha la facoltà di definire i carichi dal 1° gennaio al 30 settembre 2017 senza che risultino adempiuti i versamenti relativi ai piani rateali in essere.

Rispondi