Home Fiscale e Tributario Proroga al 31/12/2018 e novità in materia di super/iper ammortamento

Proroga al 31/12/2018 e novità in materia di super/iper ammortamento

187
0

Per il 2017 il Legislatore ha prorogato le misure di maggiorazione del 40% degli ammortamenti previste dalla L. 28.12.2015, n. 208 (Legge di Stabilità per il 2016) e istituito una nuova misura di maggiorazione del 150% degli ammortamenti su beni ad alto contenuto tecnologico (Industria 4.0).

In particolare è stato prorogato l’aumento del 40% delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione di beni strumentali introdotto dall’art. 1, co. 91-97, L. 208/2015, a fronte di investimenti in beni materiali strumentali nuovi, nonché per quelli in veicoli utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività dell’impresa.

L’agevolazione è prorogata con riferimento alle operazioni effettuate entro il 31.12.2017 ovvero fino al 30.6.2018, a condizione che detti investimenti si riferiscano a ordini accettati dal venditore entro la data del 31.12.2017 e che, entro la medesima data, sia anche avvenuto il pagamento di acconti in misura non inferiore al 20%.

Veicoli e mezzi di trasporto

Con particolare riferimento ai veicoli e agli altri mezzi di trasporto, il beneficio è riconosciuto a condizione che essi rivestano un utilizzo strumentale all’attività di impresa (in pratica sono esclusi gli autoveicoli a deduzione limitata).

È stato introdotto un nuovo beneficio riconoscendo, per gli investimenti effettuati nel periodo suindicato in beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico, atti a favorire i processi di trasformazione tecnologica e digitale in chiave Industria 4.0 (inclusi nell’Allegato A della L. 232/2016), una maggiorazione del costo di acquisizione del 150%, consentendo così di ammortizzare un valore pari al 250% del costo di acquisto.

Beni immateriali strumentali (inclusi nell’Allegato B della Legge, ossia software funzionali a favorire una transizione verso i sopra citati processi tecnologici)

Per i soggetti che investono nel periodo suindicato in beni immateriali strumentali (inclusi nell’Allegato B della Legge, ossia software funzionali a favorire una transizione verso i sopra citati processi tecnologici) è prevista la possibilità di procedere a un ammortamento di questi beni con una maggiorazione del 40%.

Dichiarazione del legale rappresentante e perizia tecnica giurata

Ai fini dell’applicazione della maggiorazione del costo dei beni materiali e immateriali di cui agli Allegati A) e B) alla L. 232/2016, l’impresa è tenuta ad acquisire una dichiarazione del legale rappresentante resa ai sensi del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, ovvero, per gli acquisti di costo unitario superiori a 500.000 euro, una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi Albi professionali o da un ente di certificazione accreditato, attestante che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui ai predetti allegati ed è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Proroga prevista dal DDL di Bilancio 2018 

Sull’argomento si evidenzia che il DDL di Bilancio 2018 attualmente in discussione in Parlamento proroga anche per tutto il 2018 (ovvero entro il 30.6.2019, a condizione che entro la data del 31.12.2018 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione) la disposizione in commento.

Rispondi