Home Lavoro e Previdenza Rottamazione dei ruoli escluse le sanzioni di lavoro

Rottamazione dei ruoli escluse le sanzioni di lavoro

772
0

Le sanzioni amministrative irrogate per le violazioni in materia di lavoro non rientrano nella “rottamazione” delle cartelle esattoriali prevista dall’articolo 6 del decreto legge 193/2016.

Le sanzioni in materia di lavoro

Le sanzioni in materia di lavoro riguardano le violazioni accertate dai verificatori e per i quali è stata irrogata la sanzione amministrativa e/o diffida ad eliminare l’irregolarità.

Ordinanza di ingiunzione

In caso di mancato pagamento, il direttore dell’Ispettorato territoriale del lavoro emette il provvedimento che consiste in una ordinanza di ingiunzione al pagamento della sanzione, ricalcolata con i criteri previsti dall’articolo 11 della legge 689/1981.

Emissione della Cartella

Salvo che l’ordinanza non venga opposta, dopo trenta giorni dalla sua notificazione diviene esecutiva e, pertanto, da quella data, l’ufficio inoltrerà il ruolo all’agente della riscossione che emetterà la relativa cartella esattoriale con le maggiorazioni di legge.

Esclusione dalla rottamazione

Sono escluse dalla “rottamazione” anche le sanzioni diverse da quelle irrogate per violazioni tributarie o per violazioni degli obblighi relativi ai contributi o ai premi dovuti agli enti previdenziali.

Sono escluse anche tutte le cartelle relative a ordinanze per le sanzioni sul lavoro nero.

Rottamazione cartelle

Rispondi