Home Fiscale e Tributario Limite alle compensazioni d’imposta e utilizzo del canale telematico

Limite alle compensazioni d’imposta e utilizzo del canale telematico

214
0

Ecco alcune novità in relazione alle modalità e alle procedure da seguire per la presentazione dei modelli F24 che contengono crediti d’imposta da utilizzare in compensazione.

Limitazione delle compensazioni

Per l’utilizzo dei crediti di importo superiore a 5mila euro risultanti dalle dichiarazione dei redditi (comprese le addizionali), IRAP e sostitutive, è obbligatoria la preventiva presentazione della dichiarazione da cui emerge il credito, come avveniva fino allo scorso anno per i crediti IVA.

Il credito potrà essere compensato a partire dal decimo giorno successivo a quello di corretta presentazione all’Agenzia delle entrate della dichiarazione o dell’istanza da cui emerge il credito stesso.

Utilizzo dei servizi telematici

Le compensazioni di crediti d’imposta devono essere effettuate presentando il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle entrate. Tale obbligo è ora esteso anche per la compensazione dei crediti dei sostituti d’imposta (ad esempio, al recupero delle eccedenze di versamento delle ritenute, del “bonus 80 euro” e dei rimborsi da assistenza fiscale erogati ai dipendenti e pensionati) e ai soggetti non titolari di partita IVA.

Come presentare il modello F24

Si ricorda che il modello F24 può essere presentato  direttamente dal contribuente o dal sostituto d’imposta, attraverso i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle entrate, utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online”, oppure avvalendosi di un intermediario abilitato.

Rispondi