Home Fiscale e Tributario Locazione immobili strumentali esenti Iva

Locazione immobili strumentali esenti Iva

120
0

La locazione di immobili da parte di una impresa è esente da IVA, salvo la possibilità per la stessa di optare per applicare l’IVA, ma tale scelta dipende sia dalle esigenze dell’impresa che dalle caratteristiche dell’immobile.

 

Iscriviti al nostro canale youtube

 

Vediamo nello specifico.

Se l’immobile è un:

● fabbricato strumentale per natura, ad esempio un edificio industriale, uno studio professionale, ecc. (immobili strumentali per natura categorie catastali A/10, B, C, D, E) l’operazione è esente da IVA ed è soggetta ad imposta di registro nella misura dell’1%. 
L’impresa può optare per l’assoggettamento a IVA, applicando l’aliquota del 22%, ma l’imposta di registro sarà dovuta in ogni caso nella misura dell’1%. 

● fabbricato abitativo (parliamo dei fabbricati aventi categoria catastale da A1 a A11, ad esclusione della categoria A/10),  la locazione è esente da IVA ed è soggetta all’imposta di registro al 2%.
L’ impresa che ha costruito l’immobile o che ha effettuato gli interventi restauro e risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia, di ristrutturazione urbanistica, può optare per l’applicazione dell’ IVA al 10%, con  imposta di registro in misura fissa (€ 200,00). 

● fabbricato destinato ad alloggi sociali, esente da IVA ed imposta di registro al 2%, salvo opzione per l’assoggettamento a IVA al 10%.

L’alloggio sociale è un’unita’ immobiliare adibita ad uso residenziale in locazione permanente che svolge la funzione di interesse generale, nella salvaguardia della coesione sociale, di ridurre il disagio abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati, che non sono in grado di accedere alla locazione di alloggi nel libero mercato.

L’imposta di registro

L’importo dovuto varia a seconda dell’immobile locato o affittato.

IMMOBILE PERCENTUALE
Fabbricati a uso abitativo 2% del canone annuo moltiplicato per il numero delle annualità
Fabbricati strumentali per natura

1% del canone annuo, se la locazione è effettuata da soggetti passivi Iva

2% del canone, negli altri casi

Fondi rustici 0,50% del corrispettivo annuo moltiplicato per il numero delle annualità
Altri immobili 2% del corrispettivo annuo moltiplicato per il numero delle annualità

Il versamento per la prima annualità non può essere inferiore a 67 euro.

Imposta di bollo

Per ogni copia da registrare, l’imposta di bollo è pari a 16 euro ogni 4 facciate scritte del contratto e, comunque, ogni 100 righe.

Registrazione del contratto

Per la registrazione online del contratto è necessario essere registrati a Fisconline/Entratel.

L’applicazione che può essere utilizzata, sia per la registrazione del contratto sia per il versamento delle imposte di registro e di bollo, è RLI, in versione di programma da installare su PC o web (che non necessita l’installazione di alcun software).

Tabella dei codici tributo da utilizzare per la prima registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili

Codice Denominazione
1500 Imposta di Registro per prima registrazione
1507 Sanzioni da ravvedimento per tardiva prima registrazione
1508 Interessi da ravvedimento per tardiva prima registrazione

Modelli e istruzioni

  •  Attenzione: per effettuare la registrazione dei contratti di locazione e affitto di immobili nonché i relativi adempimenti successivi è necessario indicare correttamente i dati catastali delle unità immobiliari oggetto della locazione. Queste informazioni possono essere verificate sulla visura catastale telematica, la quale può essere reperita gratuitamente tramite il servizio di consultazione di Fisconline, relativamente agli immobili di cui il soggetto richiedente risulti titolare.

 Modello RLI – pdf  – Richiesta di registrazione e adempimenti successivi

 Istruzioni per la compilazione del modello RLI aggiornate al 22 marzo 2019 – pdf  – Motivi dell’aggiornamento – pdf

Richiesta addebito imposte su c/c

Il modello può essere utilizzato in ufficio per richiedere il versamento delle imposte, mediante addebito su conto corrente bancario o postale.

 Modello richiesta addebito su c/c – pdf

Modello RR

Il modello RR (Elenco contratti) deve essere utilizzato quando i contratti sono più di uno dai contribuenti che registrano in ufficio.

 Modello RR (Richiesta di registrazione) – pdf

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui