Home Fiscale e Tributario Agenzia delle Entrate - Riscossione Al via le dilazioni anche per i soggetti decaduti da precedenti rateazioni

Al via le dilazioni anche per i soggetti decaduti da precedenti rateazioni

58
0
Studio-Russo-Giuseppe---Al-via-le-dilazioni-anche-per-i-soggetti-decaduti-da-precedenti-rateazioni

Al via le dilazioni per i soggetti decaduti da precedenti rateazioni prima dell’8 marzo scorso senza essere tenuti al pagamento delle rate scadute, sarà sufficiente presentare la domanda entro il 31 dicembre 2021.

Il Dl Ristori-quater (Dl 157/2020, articolo 7) pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» del 30 novembre prevede in primo luogo per tutte le domande presentate dopo l’entrata in vigore del decreto ed entro il 31 dicembre 2021 che il limite di importo oltre il quale occorre documentare, con l’esibizione dell’Isee oppure con i dati di bilancio, lo stato di difficoltà del debitore è elevato da 60mila a 100mila euro. Pertanto fino al 31 dicembre 2021, entro i 100mila euro, il contribuente è libero di scegliere la durata del piano di rientro, che preferisce, entro il limite massimo delle 72 rate mensili.

Decadenza

Sempre per le richieste entro il 31 dicembre 2021 la decadenza si realizza solo con l’omissione di 10 rate, anche non consecutive.

Nuova rateazione

I debitori che prima dell’8 marzo scorso (data di inizio della sospensione dei pagamenti) erano già incorsi nella decadenza di una dilazione, potranno presentare una nuova rateazione, entro  il 31 dicembre 2021 senza dover pagare le rate scadute. Potranno inoltre accorpare vecchi debiti (ovvero quelli antecedenti l’8 marzo 2020) con i nuovi (ovvero quelli successivi a tale data) in un unico piano di rientro.

Rispondi